GIORNATA DEL CONTEMPORANEO 2020

                                                     #giornatadelcontemporaneo 

WITHOUT PUBLIC  NOTHING ART

Una caratteristica delle mostre di MUSEOTEO+ è di durare un solo giorno, anzi poche ore, giusto il tempo dell’inaugurazione, occasione di festa e socialità.

Gli eventi che ci hanno costretto a rivoluzionare tutta la nostra vita ci costringono anche a cambiare il nostro progetto: oggi che le inaugurazioni come una volta non sono più possibili restano delle incognite sul nostro operare, fermo restando che la rete è utile per informare, ma le mostre online non hanno per noi alcun senso…

Per ribadire questo principio aderiamo SABATO 5 DICEMBRE 2020 alla sedicesima GIORNATA DEL CONTEMPORANEO promossa da AMACI – ASSOCIAZIONE DEI MUSEI D’ARTE CONTEMPORANEA ITALIANI   www.amaci.org



https://www.facebook.com/events/210513680593802



MT trentanni. Amici

 

Trent'anni fa usciva il primo numero di
Museo Teo
, per questa occasione è stato stampato un numero speciale in cui è raccontata la sua storia. Negli anni '90 ho pubblicato spesso sulle pagine di questa rivista e ringrazio tantissimo Giovanni Bai per aver creduto in me quando ero così giovane. Quindi, lunga vita a Museo Teo, senza sede e senza opere!


armando Adolgiso
Museo Teo ha trent'anni
Buongiorno Giovanni,
oggi una delle mie note (dal lunedì al venerdì incluso) è dedicata al compleanno.
Per leggere: www.nybramedia.it   >  Sez. > Cosmotaxi.


Alcune cose accadute in Italia e nel mondo nel 1990.
Esce La voce della luna, l'ultimo film di Federico Fellini; Microsoft lancia Windows 3.0; 

inaugurati a Milano i Campionati del mondo di calcio, li vincerà la Germania Ovest;

l'Iraq invade il Kuwait, l'occupazione condurrà alla prima Guerra del Golfo;

cerimonia ufficiale a Berlino per la riunificazione delle due Germanie; 

Occhetto presenta il nome e il simbolo del Partito Democratico della Sinistra; 

Garry Kasparov conserva il titolo di campione del mondo degli scacchi battendo 

Anatolij Karpov; 

Succedono anche molte altre cose e fra queste a Milano nasce il Museo Teo,

voluto da Giovanni Bai e Teo Telloli.
Un museo senza sede e senza opere, proprio una di quelle cose che a me più piacciono,

Organizza mostre di un solo giorno e pubblica Museo Teo Net Zine. .

Ora, come tutti quelli nati nel 1990, compie trent'anni.

Per saperne di più sulla sua storia e sul suo profilo nello scenario di quegli anni c'è un

denso saggio di Lucilla MeloniCLIC!.


Auguri Teo!

WALK-IN STUDIO 2020


Il festival degli studi e degli spazi d'artista torna dal 20 al 24 ottobre 2020: PROGRAMMA



1990-2020

In collaborazione con CIVICI (Cittadini Vicini ai Cittadini) e SCALDASOLE LIBRI

SABATO 26 SETTEMBRE 2020 dalle 16 alle 20, in occasione del suo trentesimo compleanno, presso il GIARDINO CONDIVISO DI VIA SCALDASOLE

MUSEOTEO+  presenta in anteprima

M U S E O T E O (+) A R T F A N Z I N E # 44 – SETTEMBRE 2020 [|56|] I FATTI DELLA VITA – MUSEO TEO / MUSEOTEO+ / 1990-2020. SENZA SEDE E SENZA OPERE. TRENT'ANNI AI BORDI DEL SISTEMA DELL'ARTE

In osservanza alle norme AntiCovid AREATI, MASCHERATI E DISTANZIATI NEL TEMPO E NELLO SPAZIO presentano il numero del trentennale di MUSEO TEO ARTFANZINE in modo liquido e diffuso (chiacchiere, un po' di teoria, pubblica lettura, alcune opere tra cui un omaggio a GIANNI RODARI e gli interventi musicali di MAYA GIULIVI alla chitarra).

SABATO 26 SETTEMBRE 2020 dalle 16 alle 20  vi aspettiamo al GIARDINO CONDIVISO DI VIA SCALDASOLE – VIA SCALDASOLE 10/12 – 20123 MILANO

(Alle ore 20 UN'ALTRA VITA, pièce teatrale di Claudia Pozzo e Silvia Soncini, a cura di SCALDASOLE BOOKS e CIVICI)

Nel caso di maltempo vi invitiamo a visitare la libreria SCALDASOLE BOOKS in via Scaldasole 1, dove potrete trovare MUSEO TEO ARTFANZINE e i suoi curatori. A causa delle misure antiCovid saranno ammesse solo TRE PERSONE PER VOLTA.

Ovviamente la rivista sarà disponibile in libreria anche nei giorni seguenti...

M U S E O T E O (+) A R T F A N Z I N E # 44 2020 [|56|] I FATTI DELLA VITA – MUSEO TEO / MUSEOTEO+ 1990-2020 SENZA SEDE E SENZA OPERE. TRENT'ANNI AI BORDI DEL SISTEMA DELL'ARTE

https://ifattidellavita.jimdo.com/museoteo-1990-2020-i-fatti-della-vita/

https://museoteoartfanzine-2020.jimdosite.com


Museoteo+ compie trent'anni,un'età ragguardevole per un'associazione senza scopo di lucro... che, seppure con cambiamenti nella sua poetica, nella sua struttura e persino un pochino nel nome, continua nella su attività volta a portare l'arte contemporanea fuori dal suo mondo particolare.

Il 24 settembre 1990 con la mostra Sansistosei prendeva forma il progetto artistico di Giovanni Bai e Maurizio Teo Telloli di un'opera d'arte in continua trasformazione che avrebbe dato vita al museo del terzo millennio, un museo senza sede e senza opere, che, si badi bene, non è un museo immaginario né virtuale, che non sposta le opere ma tutto se stesso con le opere sempre nuove.

Il 2020 è stato un anno particolare per la storia dell'intera umanità dopo la seconda guerra mondiale, che ha cambiato la vita di tutti e soprattutto dei più giovani, credo, anche se alcuni degli artefici di questa impresa hanno vissuto in prima persona il sessantotto e le grandi trasformazioni della società globale.

Abbiamo festeggiato i nostri compleanni non come celebrazioni ma come occasioni per creare nuove opportunità di incontro e scambio. A caratteristica delle mostre che organizziamo è di durare un solo giorno, anzi poche ore, giusto il tempo dell'inaugurazione, occasione di festa e socialità, anche se ci siamo concessi anche mostre di più giorni o eventi di grande portata, come in occasione delle mostre in Triennale, a OCA oggi BASE – o all'Istituto Italiano di Cultura diParigi e per i nostri vent'anni a Lambretto Art Project e i venticinque a Macao.

Oggi che le inaugurazioni come una volta non sono più possibili restano le incognite sul nostro operare, fermo restando che la rete è utile per informare, ma le mostre online non hanno per noi alcun senso.

Per i nostri trent'anni - oggi ci è da dire con una certa anticipazione - non avevamo pensato a eventi clamorosi, ma a una serie di eventi liquidi sul territorio, più consoni alle origini della nostra attività. Oltre a un numero speciale di Museo Teo Artfanzine,che non può non esserci... Non sappiamo se realizzeremo il progetto, che era in fase avanzata, di una mostra a Londra - una mostra di una sera in casa, come una volta - prima o poi riusciremo a fare una seria presentazione del numero della rivista - un'era prevista in una storica milanese - che abbiamo comunque deciso di uscire per il 24 settembre 2020...

Nel corso del prossimo anno contiamo di terminare il libro della nostra storia inserita nel contesto dell'arte contemporanea a partire dal 68 - nel frattempo i primi dieci anni della nostra storia sono stati ben documentati da Lucilla Meloni nel volume Le ragioni del gruppo, che parla anche di tanti nostri amici che ci sono stati compagni di strada (e arte) – e intanto abbiamo realizzato un numero antologico della rivista dedicato ai testi narrativi, lasciando la parte teorica al libro in gestazione, o forse a qualche altra occasione.


I VIDEO DEL 26 SETTEMBRE 2020

https://youtu.be/uEF1oNdBUNM

https://youtu.be/ykzIZJk1gV0

2020

                                     
2020